In principio... era un bel legno forse di una barca, o forse di altro. Dopo mesi in acqua l'ho trovato sulla spiaggia davanti a casa, come fosse un invito a diventare qualcos’altro da quel semplice pezzo di legno portato a riva dalla marea.

DSC03614

Gli antichi mastri d'ascia invecchiavano il legno immergendolo per mesi in acqua di mare. Io uso lo stesso principio, lasciando al caso e alle correnti il fornire quello che cerco. Utilizzo tavole da 2 cm, molto provate dalla permanenza in mare, magari tarlate o anche rotte ma comunque in grado di permettermi di ricavare una parte utile di "legno di mare".

Per iniziare, disegno le parti più dettagliatamente possibile, incluso le pinne e la coda, che vengono ricavate da fogli di plastica da 1,5 mm. Questa fase prevede anche il provino cromatico che sarà utilizzato da guida fino al completamento dell’opera. Successivamente taglio le componenti in legno, le piallo e le foro per le legatura con i rivetti.

 

Questo modo di assemblare i pezzi è ricorrente in quasi tutti i pesci. Dopo la smerigliatura dei "pezzi" con frullino lineare e loro verifica passo alla verniciatura in spray acrilico e all'eventuale rifinitura con pennarelli o pennello, sempre in acrilico. La legatura dei rivetti è una fase delicata e richiede attenzione: essendo l'unico sistema che tiene insieme le parti, deve risultare stabile. Le pinne sono verniciate in acrilico previa una mano di fissante da plastiche.

L'occhio-pignone viene spazzolato con la mola ed incollato. L'ultimo passo è una doppia mano di lucido, a mano con il pennello, e una lunga fase di asciugatura per permettere la cristallizzazione della vernice. Tutti i pesci portano sul retro il sigillo in ceralacca con le mie iniziali e la data di completamento. Spesso nei miei pesci compaiono altri materiali, come la rete in ottone o parti di altro metallo, ma legno, rivetti e pignone restano i componenti fondamentali.

pesci

Recentemente l'evoluzione sul cromatismo mi ha portato a disegnare pesci multicolori come lo scorpione, la bavosa, lo scorfano, la gallinella: il "pesce" si è complicato sia come progettazione che come pittura, indirizzando la mia recente produzione sulla policromia che di solito viene completata in una singola fase, sovrapponendo i colori per farli mescolare sulle linee di confine per ottenere effetti migliori.

 

 

 

Per chi vuole fare legni di mare .....